Skip to main content

Le differenze tra i condizionatori per camper 220V e 12V

È sempre bello poter viaggiare con la propria casa a seguito, ed è per questo motivo che camper e van sono sempre più le soluzioni ideali per viaggiare, in vacanza, e perché no, anche per viverci, basti pensare alla crescita dei nomadi digitali negli ultimi anni.
Ma cosa succede quando fa caldo?
A meno che non si viaggi in paesi freddi, prima o poi avremo bisogno di un sistema che ci permetta di sopportare le temperature estive più calde, e quindi cosa si fa?

Le soluzioni adottate sono diverse ma quella di cui vogliamo parlare oggi è il condizionatore a tetto per camper e van.
Ad oggi esistono due tipi di condizionatore a tetto: il “classico” condizionatore a 220V e il Viesa Holiday il condizionatore evaporativo a 12V.

Per capire i consumi reali e se veramente è possibile utilizzare liberamente una soluzione piuttosto che l’altra, bisogna prima capire come funziona l’energia elettrica all’interno del nostro veicolo ricreazionale.

La batteria servizi

Il nostro camper è dotato di 2 batterie, una batteria di avviamento (che serve al motore) e una batteria servizi.
La batteria servizi è quella che utilizza la cellula abitativa, alla quale è collegato per esempio tutto l’impianto luci, la pompa del camper, etc.

Come si ricarica la batteria servizi?

La batteria servizi viene ricaricata in viaggio dall’alternatore del veicolo, oppure da eventuali pannelli solari installati sul tetto nel nostro camper, o in sosta direttamente dalla corrente elettrica a 220V (per esempio in campeggio). In questo caso però la tensione deve essere trasformata da 220V a 12V, attraverso un caricabatterie, il quale normalmente consuma 200/300W.

I consumi reali del condizionatore a tetto per camper

Detto questo arriviamo ai consumi del condizionatore per camper, abbiamo preso i dati ufficiali di un condizionatore “tradizionale” tra i più piccoli e li abbiamo confrontati con Viesa Holiday IIIs, ed ecco il risultato:

“CONDIZIONATORE TRADIZIONALE”Ampere oraWatt
220V2,7620
Dati trasformati a 12V51612
VIESA HOLIDAY IIIsAmpere oraWatt
Dati trasformati a 220V0,366
12V5,869,6

Perché il confronto fosse corretto abbiamo trasformato da 220V a 12V e viceversa in modo da avere dei numeri da poter confrontare sullo stesso piano. 
Come possiamo notare Viesa Holiday a 220V consumerebbe 0,3Ah contro 2,7Ah oppure 66W contro i 620W del condizionatore “tradizionale”.

È evidente che Viesa Holiday abbia consumi nettamente ridotti rispetto al classico condizionatore per camper a 220V, infatti Viesa consuma ben un decimo rispetto ad un classico condizionatore a tetto, con un risparmio del 90% di energia.

Ma andiamo avanti e cerchiamo di capire se e come si può utilizzare il nostro condizionatore tradizionale o a 12V, sia in campeggio, sia in libera.

Come funziona la corrente elettrica in campeggio

Se siamo in un campeggio avremo a disposizione una colonnina (mediamente da 1Kw, ossia 1.000W), quindi ogni cosa che andremo a collegare al nostro impianto e che funziona a 220V, andrà a prelevare l’energia dalla colonnina che avremo a disposizione e nel frattempo caricheremo anche la nostra batteria servizi, grazie al nostro caricabetterie.

Ecco un piccolo schema per capire meglio.

Per gli amanti del classico condizionatore quindi il problema potrebbe sembrare risolto se si va solo in campeggio, ma è realmente così?

Facciamo i conti:
Abbiamo detto prima che una colonnina di un campeggio o area camper, può offrire circa 1.000W, ora facciamo una semplice addizione:
+ 620W consumo del condizionatore ”classico”
+ 250W consumo medio di un caricabatterie (ricordi ne avevamo parlato prima)
Totale 870W

Bè abbiamo 1.000W a disposizione quindi ne avanzano un centinaio…ma è proprio così? Non esattamente, se hai già sperimentato in prima persona saprai che l’energia a disposizione non corrisponde mai a quanto “dovresti avere”, ma si aggira intorno ai 600/800W. Se poi ci si trova in stagione estiva, in un campeggio anche solo mediamente affollato le cose si complicano ulteriormente.

È come avere la linea adsl a 100 mega, anche se nominalmente la velocità dichiarata è 100 mega, non sarà mai la velocità reale (a causa di mille fattori) e se volessimo navigare on line il weekend sarà ancora più bassa. La centralina è unica per un determinato numero di utenti, e quindi più utenti si collegano simultaneamente sulla stessa centralina e meno disponibilità avrò, la stessa identica cosa accade nel campeggio con la corrente. 

Più camper, van  o roulotte sono collegati alla linea elettrica del camping e meno energia avrò a disposizione, con la conseguenza che non riuscirò a collegare nessun altro dispositivo, con molta probabilità nemmeno il condizionatore stesso.

Esistono delle alternative, ad esempio i pannelli solari. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa accade sfruttando l’energia rinnovabile.

Pannelli solari e energia elettrica in camper

Riferendoci sempre alla tabella dei consumi dei condizionatori a tetto a inizio articolo, per far funzionare un classico condizionatore 220V per camper,  sarebbero necessari almeno 7 pannelli solari da 100W l’uno, questo in condizioni ottimali (sole a picco, perfettamente perpendicolare al pannello, etc).
Considerando che le condizioni ottimali si ottengono solo per poche ore al giorno, serviranno almeno 1 o 2 pannelli in più! Questa energia verrà accumulata all’interno della batteria servizi. Per poter utilizzare il condizionatore a 220V, avremo bisogno di ritrasformare l’energia da 12V a 220V e dovremmo quindi aggiungere un inverter che faccia tale operazione (con relativi consumi, costi e ingombri).

Con il condizionatore evaporativo Viesa Holiday IIIs questo non accade perché consuma pochissimo e si collega direttamente alla batteria servizi, essendo Viesa già 12V non è necessario nessun inverter e preleverà direttamente l’energia necessaria dalla batteria servizi.
Se siamo in campeggio collegati alla colonnina 220V, non dovremo aggiungere nessun consumo a quello già prelevato dal caricabatterie e avremo totale disponibilità dell’energia erogata dalla colonnina stessa.

Quindi, con Viesa Holiday IIIs nessun problema né in campeggio né in libera, se abbiamo un pannello solare non dovremo nemmeno più preoccuparci dei consumi, sarà sufficiente un solo pannello solare da 100W e non 7-8 come per il classico condizionatore 220V, e ci avanzerà anche per ricaricare la batteria servizi!

Con Viesa Holiday non solo si risparmia in termini di consumi ma anche in termini di acquisto dispositivi, come pannelli solari e inverter; ma anche risparmio di spazio e peso, perché ci basterà un solo pannello solare e nient’altro.

Non abbiamo ancora detto che Viesa Holiday IIIs è il più leggero condizionatore a tetto per camper, con solo 19 Kg di peso contro una media di più di 30/35 Kg dei classici condizionatori a 220V, quindi ulteriore risparmio carburante e notevole vantaggio in termini di peso (che sappiamo essere sempre un argomento molto importante per i camperisti).

Ma non è finita qui, ponendo di non avere a disposizione la corrente a 220V o dei pannelli solari, ma solo una batteria servizi da 100A (in dotazione al nostro camper, quindi nessuna spesa aggiuntiva), alla massima velocità Viesa Holiday consuma solo 5.8Ah e alla minima velocità (per esempio di notte) 0,5Ah lasciandoci tutta l’autonomia che di cui avremo necessità.

Quale condizionatore per camper acquistare? Meglio un tradizionale 220V o Viesa Holiday 12V?

Abbiamo visto come Viesa Holiday sia sicuramente il condizionatore ideale per camper e van in qualunque situazione, persino in totale libera e in viaggio.
Va però detto che il classico condizionatore è differente dal sistema evaporativo di Viesa Holiday, quindi chi ama l’effetto “frigorifero” continuerà a preferire i sistemi tradizionali seppur non senza qualche difficoltà.
Con Viesa Holiday l’effetto sarà sicuramente diverso, nessuno sbalzo di temperatura e nessun limite, avremo invece totale libertà godendo di un fresco benessere naturale, ovunque e in maniera semplicissima.

Quindi la domanda da farsi prima di acquistare un condizionatore per camper o van è: avrò realmente a disposizione l’energia che mi serve a farlo funzionare? 

In base alla risposta potrò scegliere il sistema più adatto alle mie esigenze.

 

 [social_buttons facebook=”true” twitter=”true” linkedin=”true” pinterest=”true”]